9e739fd928c1ef1096635bb4b013b509.jpg
2f971821bfbe197b81d9497eef5aa659.jpg
0b36168f28219653977ef7f6dd33b2e7.jpg
aaa253dae8b38ac4965b2bd20143339e.jpg
Ente turistico della citta di Bakar
Hrvatski English Ente turistico della citta di Bakar - Citta di Bakar Tourismusverband Der Stadt Bakar - German
Vino spumante naturale

La “Bakarska vodica” – Vino spumante naturale
I terrazzamenti in pietra secca che circondano la città di Buccari sono stati costruiti tra la fine del XVIII e l’inizio del XX secolo, grazie ad un lavoro faticosissimo dei nostri antenati della località di Praputnjak. Su un terreno coltivato, costruendo muri a secco a distanza di un metro l’uno dall’altro e portando sulle spalle in enormi ceste la terra, veniva piantata e coltivata una specie di vite autoctona, la Belina. Dalla lavorazione dell’uva è nata la Bakarska vodica, definita dalla legge vinicola del 1929 e consumata sulle isole Brioni e presso la corte inglese. Nel 2002 la cooperativa agricola “Dolčina“ di Praputnjak ha deciso di ridare vita, dopo più di mezzo secolo di abbandono, al terreno di coltivazione, piantando e coltivando la sunnominata vite. La tendenza è quella di favorire un connubio tra i benefici del territorio – tanto sole e vicinanza del mare – e l’operato umano, in modo da raggiungere l’eccellenza e il caratteristico boquet dello spumante. Le generazioni giovani e future hanno così un pegno per l’entrata nel patrimonio culturale europeo e mondiale, mantenendo con orgoglio in vita la tradizione dei propri nonni e padri.